+39 02.5751 2280
lo Studio
DICESARE e GROSSI
offre consulenza e servizi nell’ambito fiscale, societario e del lavoro

News

✅Green pass - obbligo dal 15/10 Dal 15/10 tutti i lavoratori pubblici e privati, inclusi liberi professionisti e collaboratori familiari, dovranno dotarsi di green pass per accedere ai luoghi di lavoro. ⚠️Per le violazioni è prevista una multa da 600 a 1.500 euro. Saranno i datori di lavoro a dover verificare il rispetto delle prescrizioni. ⛔️Chi non ha il green pass, non potrà accedere all’interno dei luoghi di lavoro e verrà considerato assente ingiustificato. Dopo un giorno di assenza ingiustificata, il rapporto di lavoro è sospeso e non sarà dovuta la retribuzione. ⚠️Il costo dei tamponi, per avere la certificazione verde, sarà interamente a carico dei lavoratori. ⚠️ Tamponi gratis solo per chi è esentato dalla vaccinazione, con apposita certificazione medica. #commercialista #greenpass #greenpassobbligatorio #lavoro
klara3991: 🤬
👨‍👩‍👦‍👦Assegno temporaneo per figli minori - DL 79/2021 Fino al 31 dicembre 2021, è possibile presentare la domanda per l'assegno temporaneo, la nuova misura di sostegno ai nuclei familiari con figli minori a carico che non hanno diritto all'assegno per il nucleo familiare (ANF), cioè lavoratori autonomi, disoccupati, coltivatori diretti, coloni e mezzadri, titolari di pensione da lavoro autonomo e nuclei familiari che non hanno tutti i requisiti necessari per avere diritto all'ANF. Requisiti: ✅Reddito ISEE inferiore ad €50.000 ✅presenza di figli minori fino a 18 anni carico L’assegno temporaneo sarà riconosciuto per ciascun figlio minore a carico, in relazione al modello ISEE, con aumenti in caso di più figli o presenza di soggetti disabili. La domanda può essere presentata dal 1° luglio al 31 dicembre 2021, utilizzando i consueti canali: portale web Inps, utilizzando l'apposito servizio online tramite SPID, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE), Carta nazionale dei servizi (CNS) e PIN Inps rilasciato entro il 1° ottobre 2020; Contact Center Integrato; Enti di Patronato. #milano #assegnotemporaneo #figliminori #commercialista
Il bonus prima casa in particolare prevede l’esonero dal pagamento delle imposte di registro, ipotecarie e catastali per l’acquisto della proprietà di abitazioni che abbiano i requisiti di prima casa a favore di soggetti che non abbiano compiuto nell’anno 36 anni di età e che abbiano un ISEE non superiore a 40.000 euro annui. Le misure contenute nel decreto Sostegni bis si applicano agli atti stipulati dalla data di entrata in vigore del decreto legge, il 26 maggio 2021, fino al 30 giugno 2022. Le agevolazioni previste dal decreto Sostegni bis fanno riferimento agli atti di acquisto di abitazioni per le quali ricorrono i requisiti di prima casa e quindi, sono escluse le abitazioni di categoria catastale A1, A8, A9, quelle di lusso e di pregio per intenderci. Anche le relative pertinenze beneficiano di questa agevolazione fiscale. L’esenzione fiscale vale anche per i mutui. Ciò significa che si prevede l’esenzione dall’imposta sostitutiva, che sarebbe dovuta nella misura dello 0,25%, per i finanziamenti erogati per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione di immobili ad uso abitativo relativi alle abitazioni prima casa. La sussistenza dei requisiti per godere delle agevolazioni fiscali deve essere dichiarata dal mutuatario. #studiocommercialista #consulenza #casa #acquistocasa #bonusprimacasa #agevolazioni #decretosostegni
Novità per l’accesso ai contributi a fondo perduto aggiuntivi per il periodo di chiusura dell’attività a causa delle restrizioni Covid! Ora bastano 100 giorni per averne diritto, e non più almeno 4 mesi. La dotazione del Fondo inoltre, prima indicata in 100 milioni di euro per l'anno 2021, viene integrata con ulteriori 40 milioni per il medesimo anno, ampliando anche la platea dei beneficiari. Le partite IVA interessate dovranno presentare un’autocertificazione dei requisiti e delle caratteristiche richieste. Oltre ai ricavi, dovrà essere indicato il periodo di chiusura forzata, minimo 100 giorni a partire dal 1° gennaio 2021 e fino alla data di entrata in vigore del DL Sostegni bis. #commercialista #milano #decretosostegnibis #aziende #fondosostegni
Il decreto Sostegni bis uniforma la disciplina del credito d’imposta per gli investimenti sui media radiotelevisivi a quella per gli investimenti pubblicitari sui giornali. I soggetti beneficiari di questa agevolazione sono le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali. Per il biennio 2021 - 2022, il bonus pubblicità è riconosciuto nella misura unica del 50% per tutti gli investimenti pubblicitari effettuati. Per il 2021 e il 2022, pertanto, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura unica del 50% per tutti gli investimenti pubblicitari effettuati per le spese per campagne pubblicitarie: - su giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale; - sulle emittenti televisive e radiofoniche, analogiche o digitali, locali o nazionali non partecipate dallo Stato. L’importo da considerare ai fini dell’agevolazione è costituito dall’ammontare delle spese di pubblicità, al netto dell’IVA se detraibile. In caso di IVA indetraibile, l’importo da considerare ai fini dell’agevolazione è costituito dall’ammontare complessivo della spesa pubblicitaria. Il decreto inoltre prevede una nuova finestra temporale per la comunicazione per l’accesso al beneficio, che si aprirà dal 1° al 30 settembre 2021 ma restano comunque valide le comunicazioni inviate dal 1° e al 31 marzo 2021. #studiocommercialista #milano #commercialista #imprese #pubblicità #decretosostegni #bonus
roselineziccardi: complimenti studio_commercialista_grossi si vede che metti attenzione ai dettagli , se cerchi un occupazione scrivici al profilo guadagnaperdue
Il contratto di rioccupazione, previsto dal decreto Sostegni Bis, è di natura subordinata ed a tempo indeterminato ed è finalizzato ad incentivare, con uno sgravio contributivo totale, l’occupazione dei lavoratori nella fase successiva al superamento della pandemia. L'assunzione con il contratto di rioccupazione comporta il riconoscimento di uno sgravio contributivo totale. Il datore di lavoro infatti, godrà, per un periodo massimo di 6 mesi, dell'esonero dal versamento del 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro su base annua. Entro quale data è possibile stipulare contratti di rioccupazione? Il periodo va dalla data di entrata in vigore del decreto legge (26 maggio 2021) fino al 31 ottobre 2021. Il contratto di rioccupazione offre la possibilità alle parti di risolvere il rapporto alla scadenza dei 6 mesi. Se datore recede dal rapporto al termine del semestre incentivato, l’INPS può recuperare lo sgravio riconosciuto. Chi sono i datori di lavoro che possono stipulare i contratti di rioccupazione? La norma si riferisce ai datori di lavoro privati (quindi, imprenditori e non imprenditori), con esclusione di quelli dei settori agricolo e domestico. Per fruire dello sgravio contributivo i datori di lavoro privati non devono aver proceduto, nei 6 mesi precedenti l'assunzione, a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi. In caso di dimissioni del lavoratore il beneficio viene riconosciuto per il periodo di effettiva durata del rapporto. #studiocommercialista #milano #lavoratori #assunzioni #contratto #occupazione #azienda #datoridilavoro
Legge di Bilancio 2019 - FISCO
mercoledì 9 gennaio 2019 ore 22:13:47
Cenni sulle novità in materia di FISCO: ✔️La Fatturazione Elettronica ✔️Revisione Regime Forfettario ✔️Rivalutazione Partecipazioni ✔️Assegnazione agevolata beni di impresa
Buon Anno!
venerdì 4 gennaio 2019 ore 11:16:51
Il 2019 si prospetta un anno ricco di novità fiscali e del lavoro. Con l’augurio che la nuova Legge di Bilancio possa raggiungere gli effetti che si propone. Seguiteci per non perdere tutte le novità!
2a puntata - TOPIC
mercoledì 19 settembre 2018 ore 11:18:34
Oggi parliamo del REGIME FORFETTARIO - L.190/2014. In questo video tutte le vostre domande
12/09 TOPIC - `VENDERE ONLINE`
mercoledì 12 settembre 2018 ore 05:54:08
VENDERE ONLINE
BUSTA PAGA - STOP AL PAGAMENTO IN CONTANTI
mercoledì 20 giugno 2018 ore 19:46:02
Dal 1 luglio 2018 DIVIETO imposto ai datori di lavoro di corrispondere le retribuzioni tramite l'utilizzo di denaro contante. Scopri le novità, gli strumenti e le sanzioni previste dalla nuova normativa
Carburante - NUOVE REGOLE dal 1° luglio 2018
lunedì 14 maggio 2018 ore 20:51:31
Sei un IMPRENDITORE o un PROFESSIONISTA? GUARDA IL VIDEO - Scopri le NUOVE REGOLE in vigore dal prossimo 1° luglio 2018 per continuare a dedurre il costo e a detrarre l'Iva sull'acquisto di carburante